Scarica biografia completa in PDF



Eugenio Riotto nasce a Petralia Soprana (Palermo) il 12 giugno 1951. Pochi anni dopo si trasferisce con la famiglia a Roma e successivamente a Hyéres, in Costa Azzurra (Francia), dove scopre la propria vocazione artistica. Nel 1966 torna in Italia e si stabilisce a Viareggio. Qui incontra Carlo Oreste Strocco, allievo di Giacomo Grosso ed ex docente presso l’Accademia Albertina di Torino, che gli insegna la storia dell’arte, il disegno dal vero a carboncino, il disegno a pastello e la pittura ad olio. A 23 anni Riotto ha il primo contatto con una galleria d’arte di Viareggio, che gli chiede di dipingere marine: il giovane artista rifiuta. Trasferitosi a Sarzana (Liguria), partecipa a esposizioni collettive, quindi torna in Toscana e si stabilisce a Pietrasanta (Lucca).

È qui che si accosta alla scultura. In realtà, da sempre Riotto è colpito più dai volumi che dai colori, approccio già insito nelle sue opere pittoriche. Per esprimere i temi che più sente – la psicologia dell’uomo, il suo mondo interiore – elimina tutto il superfluo, compreso il dettaglio anatomico.

A partire dal 1993 realizza personali a Pietrasanta, Camaiore, Pontremoli, Bologna, Cracovia; sue opere sono esposte a Firenze, Roma, New York, Cannes, Capoverde (Portogallo)

Il 13 dicembre 2004 apre un proprio studio a Pietrasanta, in Via Tre Luci 1, e inizia il suo percorso artistico più coerente e personale, salutato dal favore unanime della critica. L’interesse crescente del pubblico conferma la vitalità della strada intrapresa